Piatti tradizionali di Siena


A Siena, patria di specialità gastronomiche come il panforte, i salumi di cinta senese, i formaggi pecorini delle crete, persino la toponomastica parla di cibo, si pensi a nomi di vicoli come Malcucinato o Salecotto. Ma anche l’antica rivalità tra la contrada dell’Oca e quella della Torre affonda le proprie origini in cucina. Ai tempi in cui gli Ocaioli, dediti alla macellazione dei bovini, si dedicarono a quella del maiale, attività svolta dai loro vicini, della Torre, creando così secolari dissapori… perché sul cibo in Toscana non si scherza.

Antipasti

Pecorino con miele
Un antipasto diffuso sulle tavole toscane è quello che prevede l’abbinamento dolce-salato di pecorini da “condire” con varietà di miele, e talvolta anche con confetture. Un piatto in grado di soddisfare tutti i palati, specialmente quando i prodotti utilizzati sono di estrema qualità come per i mieli ed il pecorino toscano DOP (Denominazione di Origine Protetta).
Nelle terre di Siena, poi, è prodotto un formaggio particolarmente rinomato per la sua bontà: il pecorino di Pienza, detto anche delle Crete Senesi. Di origini antiche, questo cacio (come qui si chiama il pecorino) vanta estimatori illustri, quali Lorenzo il Magnifico e papa Pio II. Assaggiandolo potrai aumentare la lunga lista.

Primi piatti

Gnudi
Gli gnudi ovvero tortelli nudi, in cui il classico impasto di ricotta e spinaci è privo dell’involucro di pasta. Sono consigliabili condimenti leggeri, come burro e parmigiano o salsa di pomodoro, che non aggrediscono il sapore delicato di questo semplice e gustoso primo piatto contadino.

Pici
I pici, o pinci, sono spaghetti fatti a mano, tirati finché raggiungono i tre metri di lunghezza. Sono prodotti in quel di Siena e non sono diffusi sul territorio nazionale. Ecco perché se vuoi gustare questo tipo di pasta anche dopo le tue vacanze senesi, ti consigliamo di acquistarne qualche scatola in un qualsiasi negozio di alimentari della provincia.
Infinita è la varietà di condimenti usati per insaporirli, uno dei più classici è quello all’aglione preparato con pomodori, olio, peperoncino e ovviamente aglio. Per saperne di più e conoscere la ricetta di questo primo piatto senese puoi consultare Tuscany travel.

Zuppa Senese di fagioli
Che i toscani amino questo ortaggio è testimoniato dal soprannome di mangiafagioli. Uno dei piatti in cui si può assaporare la bontà dei cannellini è la zuppa senese. Nel brodo di fagioli soffritti in olio, aglio pepe si mettono fette di pane raffermo arrostite e ci si versa qualche goccia di olio di oliva e una spolverata di pecorino grattugiato.

Secondi piatti

Scottiglia
Molti piatti rinomati della cucina toscana hanno avuto origine dalla necessità di “non buttare via niente” ed così che è nata anche la scottiglia, fatta un tempo con gli avanzi di carne. Da povero è diventato un secondo piatto ricco e gustoso, uno spezzatino misto di maiale, agnello e coniglio, cotto in umido con salvia, rosmarino, cipolla e altri odori e i pomodori.

Tagliata di cinta senese
Questa pregiata razza suina, allevata allo stato brado esclusivamente nelle terre di Siena, è completamente nera fuorché per la cinta bianca all’altezza della spalle, da cui deriva il nome. Chi non l’ha presente, può vederla visitando il Museo Civico nella raffigurazione fatta da Ambrogio Lorenzetti negli affreschi con gli Effetti del buon governo ambientati nella città di Siena e nella sua campagna. Ma non è certo al suo particolare aspetto che questo maiale deve tanta fama, quanto alla bontà delle sue carni.

Contorni

Fagioli all’uccelletto
Per questo contorno tipicamente toscano si usano i cannellini che, soffritti con olio d’oliva, aglio e salvia, sono ulteriormente insaporiti con salsa di pomodoro. La morte di questo contorno dal sapore saporito e robusto sono le salsicce di maiale.

Dessert

Cavallucci
Insieme ai ricciarelli e al panforte, i cavallucci costituiscono una delle specialità dolciarie senesi più apprezzate in tutta Italia. La forma di questi biscotti è irregolare ed il loro sapore è speziato, con canditi e noci. Sono buoni sia morbidi che duri, in quest’ultimo caso li si può inzuppare in un vino dolce come l’aleatico o il vin santo.

Frittelle di San Giuseppe
Ogni festa è una occasione buona per gustare specialità dolciarie. Le frittelle di San Giuseppe sono preparate a partire dal Carnevale sino al 19 marzo (festa di San Giuseppe), per cui chi capita a Siena in questo periodo faccia tappa in uno dei negozi o chioschi dove si vendono queste frittelle di riso.
Tra gli storici “frittellai” senesi vi è la famiglia Savelli che da ben tre generazioni si tramanda la ricetta di queste specialità croccanti e dorate, vendendole in una bancarella a piazza del Campo.

Panforte
Le prime notizie del panforte risalgono al Duecento, quando già si parlava di pani mielati e pepati. Ed in effetti la caratteristica di questo dolce è il suo essere fortemente speziato. Accanto al tradizionale panforte “bianco”, esiste la variante “nera” in cui è aggiunto il cacao.
In entrambi l’impasto è preparato con farina, zucchero, arancia e cedro canditi, miele, vaniglia e cannella. Oggigiorno viene venduto in tutti i bar e caffé senesi e durante il periodo natalizio lo si trova in qualsiasi supermercato d’Italia.

Ricciarelli
I ricciarelli sono dolcetti preparati con pasta di mandorle e spolverati di zucchero a velo, anche se ne esiste una versione al cioccolato. La loro fama è ormai nazionale e durante il periodo natalizio si possono acquistare in qualsiasi supermercato. In quel di Siena li puoi trovare in ogni momento dell’anno nei caffè e nei negozi che vendono prodotti tipici.

Copate
Tra due dischetti di ostie è racchiuso un impasto di mandorle, simile a quello del torrone, il cui termine arabo qubbaita (mandorlato) ne indica le origini orientali. Attualmente si trovano in commercio le copate bianche, mentre originariamente erano più diffuse quelle nere al cacao.


Chiavi: , ,

Commenti (0) | March 4, 2010

Lascia un commento

Cerca
Agriturismo
in Toscana:

Regione

Provincia
Persone


  

  

Bookmarks

Cerca
Hotel
in Toscana:

Regione


Provincia

Dal 1997 ... La Toscana Newsletter

Toscana Newsletter: Pillole di Toscana via email. Lascia il tuo indirizzo email e metteti comodo, il tuo Viaggio in Toscana è appena cominciato. Riceverai la Toscana Newsletter ogni mese. Iscriviti


Copyright © 2011 4Tourism s.r.l - All rights reserved.
4Tourism s.r.l società unipersonale Via S.Antioco 70 - 56021 Cascina (PI) Codice Fiscale 01618980500 - Partita Iva 01618980500
Numero R.E.A 141307 - Registro Imprese di PISA n. 01618980500 Capitale Soc. € 10.000,00 i. v.