Certaldo, Boccaccio e le cipolle


In posizione elevata in mezzo alle colline, sulla riva fiorentina dell’Elsa ma poco distante anche da Siena e da Volterra, sorge un borgo che ha mantenuto intatto il fascino e la struttura delle sue origini medievali. Si tratta di Certaldo.

La zona di Certaldo era abitata già in epoca etrusca e romana, come testimoniano i resti archeologici sparsi nel territorio del comune. Risale invece all’alto medioevo la torre fortificata, intorno a cui si è sviluppato l’antico centro della città; Certaldo fu un comune indipendente fino alla fine del XII secolo, periodo in cui fu sottomessa dalla vicina Firenze.

Oggi Certaldo è costituita da una parte più moderna, sviluppatasi sulle pendici della collina, e da una parte più elevata, Certaldo Alto, che ha mantenuto intatta l’antica struttura del borgo medievale. Il modo più pratico, e più suggestivo, per accedere al borgo antico è quello di prendere la funicolare, che dalla piazza della Certaldo moderna porta fino all’ingresso delle mura di quella medievale.
All’interno del borgo si trova ancora l’antica torre, perfettamente conservata, da cui si possono dominare con lo sguardo le colline circostanti. Intorno alla torre è sorto il Palazzo dei Priori, uno degli edifici più belli della città (che è tutta un susseguirsi di edifici, civili e religiosi, che hanno mantenuto inalterato il loro aspetto e il loro fascino).

Certaldo sorge in una zona molto apprezzata, soprattutto dagli amanti dell’agriturismo, sia per la bellezza del panorama che per la qualità dei prodotti alimentari. Ha inoltre ottenuto più volte il riconoscimento della Bandiera Arancione, conferito dal Touring Club Italiano ai comuni dell’entroterra che si distinguono per l’attenzione al turismo ecosostenibile.
Insieme all’olio, al vino, al formaggio e ai salumi, tipici di tutta questa parte di Toscana, c’è il prodotto caratteristico di Certaldo, la cipolla. Dalla forma tondeggiante, di colore rosso o nella sua varietà più violacea, la cipolla di Certaldo ha ottenuto recentemente il marchio DOP; non mancano però le testimonianze della sua notorietà anche nei tempi passati: pensate che Giovanni Boccaccio, autore del Decameron (il primo grande romanzo in prosa in lingua italiana) in una delle sue novelle si inventa un personaggio certaldese, un frate spaccone e inventaballe, e lo chiama proprio frate Cipolla!

Giovanni Boccaccio, che è considerato, insieme a Dante Alighieri e a Francesco Petrarca, il padre della lingua italiana, è senza dubbio il certaldese più noto della storia. In effetti non è certo che Boccaccio sia nato proprio a Certaldo, dato che la sua famiglia si era trasferita a Firenze per esigenze commerciali; scelse però egli stesso Certaldo come propria residenza, vi visse ogni volta che gli impegni di lavoro glielo consentirono e, nel 1375, vi morì. La sua casa esiste ancora; si affaccia su una delle piazze principali del centro (oggi piazza Boccaccio) ed ospita una biblioteca ed un centro studi. Un pezzetto della fama di Certaldo è legata proprio a questo suo illustre cittadino!
È dedicata a Boccaccio, ad esempio una manifestazione molto pittoresca che si svolge ogni anno a settembre: si tratta di un corteo storico in costumi medievali, che sfila per le vie del borgo fino a raggiungere piazza Boccaccio. Nella piazza, i figuranti del corteo mettono in scena una novella, una diversa ogni anno, scelta fra le cento che compongono il Decameron.

La manifestazione più nota di Certaldo è però un’altra: si tratta di Mercantia – teatralfestamercatomedievale, che si svolge ogni anno a luglio, nel pieno dell’estate. Per le strade di Certaldo Alto si riuniscono decine e decine di gruppi di artisti di strada e di artigiani; clown e musicisti dividono con fabbri e vetrai gli angoli della città, ed ogni piazza, ogni chiostro, ogni cortile, diventano il palcoscenico di esibizioni e dimostrazioni. Che la cornice antica della città rende ancora più suggestive.


Chiavi: , , , , ,

Commenti (0) | January 29, 2010

Lascia un commento

##tt_tree_title##

Other Tourist Useful Links

Copyright © 2011 4Tourism s.r.l - All rights reserved.
4Tourism s.r.l società unipersonale Via S.Antioco 70 - 56021 Cascina (PI) Codice Fiscale 01618980500 - Partita Iva 01618980500
Numero R.E.A 141307 - Registro Imprese di PISA n. 01618980500 Capitale Soc. € 10.000,00 i. v.