Gnocchi di castagne


Dal 1972 Luigi Ugolini ha rilevato La Capannina, un locale famoso, all’Abetone: apparteneva a Zeno Colò, il grande campione di sci. Con Ugolini è bello parlare di Colò, e di Celina Seghi, di Vittorio Chierroni, allorchè lo sci pistoiese dettava legge nel mondo. La Capannina di Colò era adibita a ristorante con sei camere d’albergo al piano superiore. Ugolini fa una cucina esaltata dalla tradizione, l’unica strada per salvarla dai prezzi proibitivi che allontanano la clientela e dalle avventure gastronomiche che offendono la gastronomia. Questi gnocchi sono un po’il suo fiore all’ochiello.

Ingredienti per 6 persone.

1 kg di patate, 250 gr di farina di castagne, 2 uova, sale e pepe.

Bollite, sbucciate e passate le patate. Lavoratele con la farina e le uova come fate di solito per gli gnocchi normali. “Spero che non debba insegnarvi a confezionare gli gnocchi” dice e si mette a ridere. Quando sono pronti, simili a dei piccoli topi (a Livorno, infatti, li chiamano topini) cuoceteli. Appena aggallano nella pentola sono pronti. Ugolini li condisce con un ragù di cibreo, ovvero di rigaglie di pollo, a cominciare dalla cresta e dai bargigli, colorato delicatamente con il pomodoro.

Testi gentilmente forniti da “Il Tirreno


Chiavi: , , ,

Commenti (0) | February 23, 2010

Lascia un commento

##tt_tree_title##

Other Tourist Useful Links

Copyright © 2011 4Tourism s.r.l - All rights reserved.
4Tourism s.r.l società unipersonale Via S.Antioco 70 - 56021 Cascina (PI) Codice Fiscale 01618980500 - Partita Iva 01618980500
Numero R.E.A 141307 - Registro Imprese di PISA n. 01618980500 Capitale Soc. € 10.000,00 i. v.