I Marroni del Mugello


Per essere precisi, nel Mugello nasce una particolare qualità di castagna, che viene chiamata marrone e si differenzia per la dimensione, la forma, e la qualità della polpa, molto più dolce. Questo prodotto è stato anche il primo ad avere il marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta) dall’Unione Europea, che ha riconosciuto il Mugello come territorio adatto alla sua coltivazione. Qui, fin da tempi antichissimi, la popolazione considerava questo frutto come alimento base della propria cucina, nonché preziosa fonte di reddito, tanto che il castagno è qui chiamato spesso “albero del pane”. La raccolta dei frutti nei castagneti plurisecolari avviene ancora a mano, a causa della loro posizione scoscesa. Oltre che quella fresca, è possibile trovare in commercio la castagna secca, con la buccia o spellata. Si trova, inoltre, sotto forma di farina, ottenuta ancora oggi nel Mugello con una lavorazione tradizionale: 40 giorni di essiccazione al fumo di legna di castagno e macinatura a pietra nei mulini ad acqua. Il sapore e la consistenza risultano, naturalmente, molto diversi dalle farine industriali.

La zona protetta dal marchio abbraccia un’area di circa 88mila ettari dell’Appennino tosco-romagnolo che comprende i comuni della Val di Sieve, per la parte toscana (Borgo San Lorenzo, Vicchio, Dicomano, San Godenzo, Londa e Rufina), e i comuni dell’Alto Mugello rivolti alla Romagna (Firenzuola, Marradi e Palazzuolo sul Senio).

In particolare, a Marradi si produce il “Marron Buono”, uno tra i migliori d’Italia, e forse del mondo, esportato addirittura in Oriente e da secoli amatissimo dagli inglesi che lo conoscono come “Chestnut of Marradi”. Durante il mese di ottobre, ogni domenica, a Marradi viene celebrata la famosa “Sagra delle Castagne”. Qui possono essere degustati i famosi marroni in tante diverse ricette: dalle più semplici, come le “ballotte” e le “caldarroste” (qui chiamate “bruciate”), alle vere e proprie specialità alimentari tipiche, tra cui la torta di marroni. Il Mugello è, dunque, una terra ricchissima dal punto di vista enogastronomico. Oltre al marrone, vi si producono olio, vino, carne di alta qualità, formaggi, miele, zafferano e le patate, ingrediente principale dei famosi tortelli mugellani. In questa valle, inoltre, nascono spontaneamente nei boschi e nei castagneti vari tipi di funghi, nonché il tartufo bianco. Detto questo, non dimentichiamoci che il Mugello è anche una terra ricca di arte e storia, basti pensare che il piccolo borgo di Vicchio ha dato i natali a Giotto e al Beato Angelico. Anche Andrea del Castagno, un altro famoso pittore, viene dal Mugello, così come il famoso monsignor Giovanni della Casa, autore del Galateo. Infine, la famiglia fiorentina dei Medici affonda qui le radici del suo ramo principale: ne sono testimonianza i due splendidi castelli del Trebbio e di Cafaggiolo.


Chiavi: , ,

Commenti (0) | January 29, 2010

Lascia un commento



Cerca
Agriturismo
in Toscana:

Regione

Provincia
Persone


  

  

Bookmarks

Cerca
Hotel
in Toscana:

Regione


Provincia

Dal 1997 ... La Toscana Newsletter

Toscana Newsletter: Pillole di Toscana via email. Lascia il tuo indirizzo email e metteti comodo, il tuo Viaggio in Toscana è appena cominciato. Riceverai la Toscana Newsletter ogni mese. Iscriviti


Copyright © 2011 4Tourism s.r.l - All rights reserved.
4Tourism s.r.l società unipersonale Via S.Antioco 70 - 56021 Cascina (PI) Codice Fiscale 01618980500 - Partita Iva 01618980500
Numero R.E.A 141307 - Registro Imprese di PISA n. 01618980500 Capitale Soc. € 10.000,00 i. v.