Come spostarsi a Firenze


La patria di Dante e Botticelli ha conservato del suo glorioso passato non solo i monumenti e i palazzi, ma anche l’impianto urbanistico per cui è bene avvisare il turista che si appresta a visitare Firenze che il suo centro storico è quasi interamente a traffico limitato ed è attraversato da diverse strade a senso unico.
Per questo motivo, è consigliabile parcheggiare l’auto e avventurarsi alla scoperta delle bellezze artistiche della città spostandosi a piedi, noleggiando una bicicletta o tutt’al più usando i mezzi di trasporto pubblico, tra cui l’autobus scoperto Firenze CitySightseeing che percorre un tragitto specificamente pensato per i turisti.
Chi vuole assaporare l’atmosfera romantica della Firenze che ha visto sbocciare l’amore tra Lucy Honeychurch e George Emerson in Camera con vista, può fare come i due protagonisti una gita in carrozza o magari, a seconda del periodo dell’anno, solcare a bordo di una barca l’Arno d’argento.

Viaggiare in auto
Che Firenze è un’antica città d’arte è un fatto ben noto a tutti, quello che un turista dovrebbe parimenti ricordare è come questo suo passato incida sulla viabilità. Infatti, come quasi tutti i centri storici d’Italia, anche quello fiorentino è percorso da alcune vie abbastanza strette, tant’è che alcune sono ad unico senso di marcia; certe risalenti all’epoca medievale sono molto carine per fare una passeggiata, ma non sempre costituiscono l’ideale per guidare; soprattutto nelle ore di punta il traffico può essere molto intenso.
A questo si aggiunga la presenza di varie zone ZTL, ossia a traffico limitato, in cui l’accesso consentito solo ai residenti è spesso sorvegliato sia dalla polizia municipale che da controlli telematici. Per essere informati su quali strade non imboccare, oltre a prestare attenzione alla segnaletica “internazionale”, potete consultare il sito https://ztl.comune.fi.it, in cui troverete delle mappe delle zone a traffico limitato.
Infine, a seconda di dove vi trovate, potete avere difficoltà a trovare un parcheggio. Insomma verrebbe da dire “lasciate ogni speranza, voi ch’entrate” in macchina a Firenze… ma d’altronde ai tempi di Dante l’inferno automobilistico non esisteva e la sua bella Fiorenza è stata creata nel corso dei secoli a misura d’uomo. Una volta trovato il posto, il primo quesito che vi potrebbe turbare è come decifrare le informazioni sui segnali di parcheggio; così tanti sono i simboli e le eccezioni di cui tener conto che la loro comprensione non è sempre facile. Niente panico, abbiamo pensato di venirvi in soccorso offrendo alcuni dei casi più “terrificanti” che vi potrebbero capitare.
Stabilito che siete nella fascia oraria in cui il parcheggio è consentito, dovrete nella maggior parte dei casi andare in una delle macchinette a pagamento che vi rilascerà il tagliando da lasciare ben visibile in auto, su cui è indicata l’ora entro cui avete previsto di partire. Il costo varia da € 1 a € 2 per la prima e spesso la seconda ora, generalmente va ad aumentare nelle ore successive. Qualora abbiate intenzione di tenere ferma la vostra auto per l’intera giornata vi conviene effettuare un abbonamento giornaliero pari a € 18 disponibile, per esempio, presso i parcheggi di via Madonna dell’Acqua e della Fortezza da Basso. In quello della stazione di Santa Maria Novella è possibile farne uno valido 5 giorni del costo di € 140. Per sapere più dettagliatamente costi e luoghi dei parcheggi a Firenze consultate il sito www.firenzeparcheggi.it.

Viaggiare in autobus
Uno dei sistemi più veloci ed economici per muoversi a Firenze è quello di affidarsi all’ataf, azienda che regola a Firenze il trasporto pubblico, il cui nome compare nei segnali di fermata degli autobus a Firenze. Gli autobus circolano fino all’1 e 50 tutto l’anno, ad eccezione del Natale e della Pasqua quando il servizio termina alle 13 e del 1° Maggio, festa dei lavoratori e quindi anche dei conducenti di autobus.
Il biglietto può essere acquistato sia a bordo richiedendolo subito al conducente (in tal caso sarà a prezzo maggiorato) sia prima di salire. Si possono solitamente acquistare nei tabacchi, nelle edicole e a Firenze anche presso oltre 300 parcometri. In quest’ultimo ed unico caso il biglietto non va validato, essendo della durata di 80 minuti dal momento dell’emissione. Per il resto ricordatevi sempre di convalidarlo nelle apposite macchinette che troverete a bordo; una semplice dimenticanza potrebbe costarvi molto cara. Accanto al biglietto valido 70 minuti di € 1.20 ve ne sono molti altri, adatti a soddisfare le varie esigenze e permanenze in città.
Possono essere usati da più persone il biglietto multiplo per 4 corse a € 4.50, la carta agile per 10 corse a € 10 e quella per 21 corse a € 20. Sono invece ad uso esclusivamente personale i biglietti validi 1 giorno e tre giorni al costo rispettivamente di € 5 e € 12. Tenendo conto della vocazione turistica di Firenze sono stati creati gli iris ticket che consentono di ottenere sconti e agevolazioni per musei e servizi di interesse turistico e che possono essere utilizzati sia sugli autobus urbani ed extraurbani che sulla seconda classe dei treni ordinari Trenitalia esclusivamente nelle province di Firenze e Prato.
Il prezzo oscilla tra un minimo di € 5 ed un massimo di € 23, biglietto ridotto valido per un giorno il primo e biglietto intero valido per tre giorni il secondo. Se volete fare un giro turistico per il centro della città, restando comodamente seduti, il mezzo più conveniente è il bus scoperto, a due piani, di Firenze CitySightseeing. Potete scendere e salire ogni qualvolta lo desideriate ed in più con lo stesso biglietto usufruite per l’intera giornata dei mezzi ataf. Si chiama Firenze Passepartour e si acquista, oltre che nei soliti circuiti di vendita ed a bordo dell’autobus, anche presso l’ACI di viale Amendola e negli uffici turistici dell’APT (link alla pagina delle info utili). Per saperne di più su costi, percorsi e orari potete visitare il sito www.ataf.net.

Viaggiare in taxi
I parcheggi dove sostano i taxi sono numerosi e dislocati in varie zone di Firenze, per cui ne dovreste trovare uno piuttosto facilmente. Sono per esempio all’uscita delle principali stazioni, presso l’aeroporto e in diverse piazze (Santa Trinita, Santa Croce, Repubblica…). Se i taxi sono pochi e siete in molti ad averne bisogno, eccovi un rimedio veloce per risparmiare tempo e denaro: informatevi sulla destinazione di coloro che aspettano come voi e, nel caso sia vicino alla vostra, usufruite di un taxi multiplo. Salendo tutti insieme ognuno, scendendo alla propria fermata, pagherà un po’ meno e non avrà atteso in fila.
Qualora non vi sia nessuna sosta dove siete, non disperate e chiamate radio taxi (055 4242 – 4798): 24 ore su 24 ci sarà qualcuno pronto a indirizzarvi al taxi più vicino. Quando telefonate non dimenticate di indicare quanti siete e, se intendete pagare con carta di credito, specificate di che tipo di carta si tratta. Va richiesto con almeno 48 ore di anticipo il servizio di trasporto disabili (055 410133) per cui valgono le normali tariffe in vigore; il pulmino a sei posti è dotato di una piattaforma elettromeccanica che consente la salita a bordo di qualsiasi tipo di carrozzina.
Chi vuole folleggiare nei locali e godersi Firenze by night tenga presente che la maggior parte dei taxi circola dalle 7 all’1, dopodiché quei pochi che continuano a prestare servizio si trovano perlopiù in zone periferiche. Per evitare spiacevoli sorprese è inoltre bene sapere che viaggiare di notte è più costoso, infatti dalle 22 alle 6 la tariffa iniziale è di € 6.40 mentre nell’altra fascia oraria è di € 3.20 nei giorni feriali e di € 5.10 in quelli festivi.
Il costo finale della corsa è dato, oltre che dagli scatti del tassametro, dagli eventuali supplementi da pagare in caso abbiate bagagli, siate più di tre passeggeri, abbiate telefonato per avere il taxi, partiate dall’aeroporto o vi dirigiate dal comune di Firenze verso altri comuni. Sconti del 10% e del 15% sono fatti rispettivamente alle donne che viaggiano da sole dalle 21 alle 2 e a coloro che si recano agli ospedali fiorentini nell’orario di apertura dei reparti.
Oltre al normale servizio taxi, è possibile usufruire di servizi di trasporto extraurbano e di trasporto merci verso qualsiasi destinazione. La loro sosta è situata sia presso la stazione di Santa Maria Novella (055 210321) che in piazza della Repubblica (055 2396230). Per ulteriori informazioni si consiglia di visitare il sito www.socota.it.

Viaggiare in barca
“Sull’Arno d’argento si specchia il firmamento mentre… dorme Firenze” cantava un celebre motivetto popolare della prima metà del Novecento. Oggi come allora il corso del fiume è solcato dalle barche che, da giugno a settembre, consentono di fare un giro turistico tra i lungarni, sotto i celebri ponti tra cui spicca Ponte Vecchio, presso cui si trova l’imbarcadero con accesso da piazza Mentana, lungarno Diaz.
Cullati dall’acqua, avete l’opportunità di ammirare da un’insolita prospettiva i palazzi, le torri, le chiese e altri angoli di Firenze. Si consiglia di prenotare la visita guidata telefonando al numero 347 7982356. Se richiedete la guida turistica il tour ha una durata di circa 1 ora e 20 minuti. Cercate le risposte ad altre domande nel sito www.renaioli.it e tenetevi pronti a salpare!

Viaggiare in bicicletta
Durante le giornate primaverili e autunnali, quando le temperature sono piacevolmente tiepide, il mezzo ideale per spostarsi per Firenze è la bicicletta. Una bella passeggiata a due ruote ti consente di viaggiare tra i tesori del centro storico, passando anche per le vie più strette, soffermandoti su angoli e scorci pittorici che potrebbero altrimenti passare inosservati, senza la preoccupazione di non trovare un parcheggio.
Puoi trovare una mappa della città in cui sono segnalate le piste ciclabili al sito www.firenzeinbici.net/firenze/piste/default.aspx o alla pagina del Comune di Firenze. L’unico fastidio di una simile gita può essere causato dai sanpietrini che rivestono la pavimentazione di numerose strade. Agli amanti di questo sport ricordiamo, inoltre, che all’interno del parco delle Cascine si trova un velodromo. Chi non può portare la bicicletta in viaggio, troverà a Firenze numerosi i centri in cui prenderla a noleggio.

Viaggiare in carrozza
“Com’è bello andar sulla carrozzella” è un antico motivetto ancora valido nel centro storico di Firenze. Infatti, sarà per l’antica pavimentazione in pavé, per i palazzi antichi, ma riuscendo con un po’ di immaginazione ad ignorare il traffico, sembra quasi di essere tornati indietro nel tempo, a bordo di una delle carrozze che si trovano in piazza della Signoria. Come i turisti inglesi di Camera con vista, possiamo salire su una delle vetture che trasportano sino ad un massimo i 4/5 passeggeri. La gita in carrozza dura venti minuti circa e costa € 50.


Chiavi: , , , , ,

Commenti (0) | March 12, 2010

Lascia un commento



Cerca
Agriturismo
in Toscana:

Regione

Provincia
Persone


  

  

Bookmarks

Cerca
Hotel
in Toscana:

Regione


Provincia

Dal 1997 ... La Toscana Newsletter

Toscana Newsletter: Pillole di Toscana via email. Lascia il tuo indirizzo email e metteti comodo, il tuo Viaggio in Toscana è appena cominciato. Riceverai la Toscana Newsletter ogni mese. Iscriviti


Copyright © 2011 4Tourism s.r.l - All rights reserved.
4Tourism s.r.l società unipersonale Via S.Antioco 70 - 56021 Cascina (PI) Codice Fiscale 01618980500 - Partita Iva 01618980500
Numero R.E.A 141307 - Registro Imprese di PISA n. 01618980500 Capitale Soc. € 10.000,00 i. v.