Cerimonie in Italia


Sposarsi in Italia è un sogno che possono coronare tutti, anche coloro che non vi sono né domiciliati né residenti. Molte sono le aziende che fanno catering e che sono pronte a curare ogni particolare della cerimonia affinché tutto sia perfetto nel giorno del sospirato come nel film Under the Tuscan sun girato nella campagna toscana.

Le coppie straniere che si vogliono sposare in Italia devono richiedere al Consolato o Ambasciata del proprio paese d’origine il nulla osta, e nel caso si tratti di un paese non appartenente alla Comunità Europea occorre che la firma dell’ambasciatore o del console sia autenticata dalla Prefettura.
Fin qui le procedure e le normative, visitando questa sezione potrai anche conoscere le usanze e i costumi che caratterizzano il Matrimonio all’italiana.

Diverse sono le antiche tradizioni ormai legate alla celebrazione cattolica, e non solo, del matrimonio, che hanno talvolta avuto origine durante l’Impero Romano.
Così� è� per l’usanza dello scambio degli anelli (le fedi) durante la cerimonia, che già� in epoca romana simboleggiava un legame inscindibile tra due persone. E di origine romana �è anche l’espressione luna di miele, dovuta al fatto che le coppie di questa antica civiltà� mangiavano miele per una intera luna dopo il matrimonio.
Dalla lontana Cina proviene invece l’antica leggenda che ha dato vita al detto �dove c��’è riso, c’è�� abbondanza� e quindi al lancio di chicchi di riso sulle teste degli sposi come augurio di prosperità� e amore.

Più� recente �è l’introduzione delle prime bomboniere, il cui nome deriva dal termine bon bon, ossia �dolcetti� come quelli contenuti per l’appunto nelle bomboniere.
Molte usanze di buon auspicio sono ormai radicate a questo giorno speciale; alcune riguardano la sposa che non deve farsi vedere dal marito con l�’abito nuziale fino a quando entra in chiesa, deve indossare qualcosa di nuovo, qualcosa di prestato, qualcosa di vecchio e qualcosa di blu e deve uscire di casa con il piede sinistro.
Inoltre un accessorio che non dovrebbe mai mancare nell’abbigliamento di una sposa �è un paio di calze velate, rigorosamente dello stesso colore del vestito; e l’etichetta al riguardo �è davvero impietosa e non prevede deroghe in caso le nozze vengano celebrate in una giornata afosa d’estate. Infine una volta entrati in chiesa gli invitati dello sposo si dispongono sulla destra mentre quelli della sposa a sinistra.


Chiavi:

Commenti (0) | October 6, 2009

Lascia un commento



Cerca
Agriturismo
in Toscana:

Regione

Provincia
Persone


  

  

Bookmarks

Cerca
Hotel
in Toscana:

Regione


Provincia

Dal 1997 ... La Toscana Newsletter

Toscana Newsletter: Pillole di Toscana via email. Lascia il tuo indirizzo email e metteti comodo, il tuo Viaggio in Toscana è appena cominciato. Riceverai la Toscana Newsletter ogni mese. Iscriviti


Copyright © 2011 4Tourism s.r.l - All rights reserved.
4Tourism s.r.l società unipersonale Via S.Antioco 70 - 56021 Cascina (PI) Codice Fiscale 01618980500 - Partita Iva 01618980500
Numero R.E.A 141307 - Registro Imprese di PISA n. 01618980500 Capitale Soc. € 10.000,00 i. v.