Populonia, la città etrusca che sorgeva sul mare


Nel golfo di Baratti, immersi in uno dei panorami più suggestivi del Tirreno centrale, sorgono gli antichi resti etruschi di Populonia.

Populonia è l’unica città costruita dagli etruschi in riva al mare. Serviva infatti come porto di raccolta del ferro e dell’ematite provenienti dall’Isola d’Elba.
Il ferro e l’attività siderurgica sono stati il grande fattore di ricchezza della città, che vissuto decenni di splendore fra il VI e il IV secolo a.C. ed ha visto sorgere intorno a sé una ricca necropoli. Il ferro è stato anche la causa della rovina della zona: al graduale abbandono dell’insediamento abitato, iniziato nel III secolo a.C., è seguito l’accumulo di scorie di metallo, che hanno finito per coprire non solo l’antica città, ma anche l’intera necropoli.

È stato all’inizio del XX secolo che una grande opera di scavo ha riportato alla luce le grandi tombe e le altre testimonianze della presenza etrusca. La parte oggi più nota, conosciuta come Necropoli di San Cerbone, costituisce la sezione più bassa dell’area funebre, costruita in alto sulla collina per sfruttare la difesa naturale dell’altezza. Nella Necropoli di San Cerbone si possono visitare tombe a edicola e tumuli, alcuni dei quali ancora del tutto intatti.
È forte l’impressione della visita ai tumuli: attraverso i corridoi si accede alle camere funebri, che ospitavano un tempo i corpi dei nobili etruschi e le loro ricche suppellettili. Le suppellettili funebri ed altri reperti, venuti alla luce altrove nel territorio o in mare, fanno adesso parte del materiale esposto nel Museo archeologico del territorio di Populonia, che offre interessanti percorsi didattici e di approfondimento.

Negli anni della riscoperta, parallelamente agli scavi nella città dei morti, è proseguito il recupero dell’antico centro cittadino. Lungo una strada, denominata Via del Ferro, sono venuti alla luce edifici dedicati alle attività produttive, in particolare alla raffinazione dei metalli; questi lavori di recupero hanno permesso di conoscere importanti aspetti dell’urbanizzazione e dell’attività siderurgica etrusca.
Piene di fascino sono anche le parti più recenti di Populonia. Più recenti, si fa per dire, perché il centro è circondato da robuste mura medievali e difeso da una rocca qattrocentesca.

La Necropoli e la Via del Ferro fanno parte del Parco Archeologico di Populonia e Baratti, che occupa circa 80 ettari. Ospita anche il centro di archeologia sperimentale, che permette numerose attività: dall’esperienza di scavo su terreni preparati artificialmente, alla riproduzione di antiche tecniche di ceramica, di lavorazione della pietra e di tessitura.


Chiavi: , , , , , ,

Commenti (0) | January 29, 2010

Lascia un commento



Cerca
Agriturismo
in Toscana:

Regione

Provincia
Persone


  

  

Bookmarks

Cerca
Hotel
in Toscana:

Regione


Provincia

Dal 1997 ... La Toscana Newsletter

Toscana Newsletter: Pillole di Toscana via email. Lascia il tuo indirizzo email e metteti comodo, il tuo Viaggio in Toscana è appena cominciato. Riceverai la Toscana Newsletter ogni mese. Iscriviti


Copyright © 2011 4Tourism s.r.l - All rights reserved.
4Tourism s.r.l società unipersonale Via S.Antioco 70 - 56021 Cascina (PI) Codice Fiscale 01618980500 - Partita Iva 01618980500
Numero R.E.A 141307 - Registro Imprese di PISA n. 01618980500 Capitale Soc. € 10.000,00 i. v.