Bagno Vignoni: Una Piazza d’Acqua


Bagno Vignoni: Una Piazza d’AcquaImmergiamoci nel paesaggio dolcissimo ed aspro al contempo della Val d’Orcia, sotto lo sguardo vigile della Rocca di Castiglione d’Orcia (o di Tentennano) che, a dispetto dei suoi secoli, incute ancora timore. Un territorio incantevole, che conserva gelosamente mille perle preziose e nascoste. Una di queste è senz’altro il minuscolo borgo medievale di Bagno Vignoni, tanto particolare che il regista Andrej Tarkowskij vi volle ambientare alcune delle sue scene più celebri.

La particolarità di questo luogo non consiste solo nella circostanza che si sia conservato incredibilmente integro in ogni dettaglio, fin dal Trecento; ma che le facciate in pietra degli edifici (una decina soltanto) si specchiano nell’ampia vasca (49 metri per 29) che costituisce la piazza. Essa, circondata da un muro, anch’esso trecentesco, è alimentata dalle acque termali che vi sgorgano alla temperatura di 52° C.

Entrare nello spazio di questa strana piazza equivale a venire catapultati in un mondo strano, situato al di fuori delle regole cui siamo abituati. Che diventa addirittura surreale quando, d’inverno, la nebbia scaturisce dall’acqua calda della vasca e ristagna fra le case. E che di notte, con l’accendersi delle luci artificiali e le atmosfere diffuse, ci appare come in un sogno.

Chissà se queste impressioni furono condivise dagli ospiti che nei secoli passati venivano a frotte da queste parti per immergersi nelle calde salutari acque della grande piazza. Alcuni davvero celebri come Lorenzo il Magnifico, che vi venne verso il 1490 nel tentativo di alleviare le sofferenze derivate da quel fastidioso malanno che colpiva un po’ tutti i membri della famiglia dei Medici: la gotta. Ma già prima vi aveva trascorso più volte la “stagione delle terme”, fra dame e cavalieri, addirittura una santa (e che santa, poi!): Caterina da Siena.

Era la seconda metà del sec. XIV e la famiglia di Caterina pensò bene che l’atmosfera rilassata che allora contraddistingueva Bagno Vignoni era quanto ci voleva per farla desistere dai suoi desideri di vita monacale. Ma non avevano fatto i conti con il carattere tenace della futura santa che riuscì a trasformare un soggiorno di piacere in un’occasione di penitenza e di preghiera, andando a fare il bagno proprio nel punto dove l’acqua sgorgava caldissima. E dovette ritenersi soddisfatta del tormento fisico che ne seguì. Secondo una tradizione, ancor oggi è possibile vedere nell’acqua, in certi momenti, una scia luminosa che indica il percorso seguito da Caterina per raggiungere la sorgente.

Oggi, ormai, la piazza non risuona più delle risa e dei gridolini dei giovani rampolli delle nobili famiglie senesi che nel Rinascimento venivano volentieri ospitati in queste case per la stagione estiva. Solo nel Settecento iniziò lo sfruttamento sistematico delle acque, quando i Chigi, che avevano ottenuto lo sfruttamento delle acque ritenute addirittura miracolose per certe tipologie di malanni, costruirono il primo stabilimento termale al di fuori del magico spiazzo con la vasca. Che non accoglie più i bagnanti stagionali. Ma che, nel silenzio, racconta storie lontane nel tempo, ma ancora ben percepibili e che si possono ascoltare nell’incresparsi dell’acqua. E che si riescono a leggere nelle facciate dei pochi palazzi, ma che portano il nome di casati celebri; come quello dei Piccolomini che vide l’intervento di uno dei maggiori architetti del primo Rinascimento, il Rossellino.

Poche case e la semplicissima facciata di una chiesa romanica. Una stretta via lastricata che percorre su tre lati la grande vasca. E, sul quarto, il bel loggiato quattrocentesco con una targa in marmo scritta nel Cinquecento e che celebra le qualità delle acque. Noi ne aggiungeremmo un’altra, ma dedicata al fascino incredibile di questo luogo.

Commenti (1) | January 28, 2010

One Response to “Bagno Vignoni: Una Piazza d’Acqua”

  1. Bagni San Filippo Says:
    June 10th, 2012 at 04:25

    Poco lontano da Bagno Vignoni si trova anche Bagni San Filippo con le bellissime terme naturali del Fosso Bianco.
    date un’ occhiata qui http://www.bagnisanfilippoterme.it

Lascia un commento



Cerca
Agriturismo
in Toscana:

Regione

Provincia
Persone


  

  

Bookmarks

Cerca
Hotel
in Toscana:

Regione


Provincia

Dal 1997 ... La Toscana Newsletter

Toscana Newsletter: Pillole di Toscana via email. Lascia il tuo indirizzo email e metteti comodo, il tuo Viaggio in Toscana è appena cominciato. Riceverai la Toscana Newsletter ogni mese. Iscriviti


Copyright © 2011 4Tourism s.r.l - All rights reserved.
4Tourism s.r.l società unipersonale Via S.Antioco 70 - 56021 Cascina (PI) Codice Fiscale 01618980500 - Partita Iva 01618980500
Numero R.E.A 141307 - Registro Imprese di PISA n. 01618980500 Capitale Soc. € 10.000,00 i. v.