Il Giardino Spoerri a Seggiano: sogno d’artista


Seggiano, sulle pendici dell’Amiata. Terra di ulivi secolari, di castagni e di ginestre. Di borghi sonnacchiosi, ma anche di rocche e castelli che ci parlano di un passato travagliato e misterioso. Un paesaggio vasto ed affascinante come non mai in Toscana con, sullo sfondo, il profilo inconfondibile di quel vulcano ormai quieto che è l’Amiata, ma ancora vivo nelle sue viscere. Anch’egli con i suoi misteri, la sua storia, il fascino discreto dei paesi fatti di pietra.

Se è estremamente difficile non venire stregati dalla campagna toscana, ciò diventa davvero impossibile in questo angolo remoto, dove alla dolcezza dei rilievi e dei colori, si sovrappongono il ricordo misterioso degli etruschi e alle mille leggende che narrano di streghe, di demoni e di santi. Niente di strano quindi, se questa terra può essere apparsa quasi come una rivelazione, una scoperta sconvolgente, ad un artista contemporaneo come lo svizzero Daniel Spoerri. E ci volevano davvero gli olivi e la campagna di Seggiano per far sì che lui, uno spirito che si era sempre vantato della sua libertà, del suo nomadismo, decidesse di mettere radici in un posto ben determinato. Lui, che nella sua vita aveva fatto, oltre che lo scultore anche il mimo, il ballerino, il coreografo, il poeta, lo scrittore; che aveva abitato a New York, nell’isola greca di Simi, a Parigi, a Dusseldorf e in molte altre parti del mondo rimase talmente colpito da questo luogo magico da capire che solo qui, e in nessun altra parte del mondo, poteva compiere il progetto della sua vita.

Siamo alla fine degli anni ’90. Spoerri acquista un terreno di oltre quindici ettari di bosco e di ulivi che erano stati danneggiati da un’eccezionale ondata di freddo: un autentico angolo di paradiso, alle porte dell’abitato di Seggiano. E ne fa un parco-museo, nel quale sculture ed installazioni sono collocate in maniera apparentemente casuale fra prati, alberi, specchi d’acqua. Realizzando così una fusione assoluta dell’arte nella natura e nel paesaggio. Restaura le case coloniche all’interno dell’area verde e in una di esse crea la sua abitazione-laboratorio.

Il visitatore che varca il cancello d’ingresso e percorre il viale alberato d’accesso, si trova catapultato in un luogo davvero inusuale, quasi magico: una specie di “bosco sacro” dell’antichità. Nel parco sono raccolte una settantina di opere di Daniel Spoerri e di altri artisti, con una disposizione apparentemente casuale. Basta perdersi nei prati che circondano la villa per trovarsi dirimpetto a creature diaboliche che spuntano dal terreno, quasi a custodire le piante di ulivo, a inquietanti creature di guerrieri che emergono dall’acqua di un laghetto, a strane figure femminili attorniate dalle ginestre; e magari scoprire che colui che sta ammirando il panorama accanto a te, beatamente appoggiato alla ringhiera, altro non è che una statua. Oppure ritrovarsi all’interno di una stanza a cielo aperto (dal titolo “Chambre No 13 de l’hotel Carcassonne Paris 1959-1965”) che riproduce, in ogni suo dettaglio, l’ambiente dove lo Sperri visse e lavorò per alcuni anni. E poi, labirinti di pietra adagiati sul prato che ricordano piuttosto certe civiltà scomparse sudamericane, sedie enormi, gruppi di strani busti in bronzo, sculture “sonore”, siepi a forma di invitanti divani. E molto altro ancora.

Chi vuol essere sedotto dall’arte contemporanea e, perchè no, sentirsi disorientato, mettere alla prova le sue cognizioni sul mondo, troverà pane per i suoi denti. Ma, intimamente connesso a quello artistico, è anche un percorso botanico, fatto di alberi e piante ben descritti da cartellini che li identificano e ne spiegano le peculiarità. Addirittura diverse sono le specie di orchidee. Che davvero non sfigurano in questo giardino delle meraviglie.


Chiavi: , , , ,

Commenti (0) | January 28, 2010

Lascia un commento



Cerca
Agriturismo
in Toscana:

Regione

Provincia
Persone


  

  

Bookmarks

Cerca
Hotel
in Toscana:

Regione


Provincia

Dal 1997 ... La Toscana Newsletter

Toscana Newsletter: Pillole di Toscana via email. Lascia il tuo indirizzo email e metteti comodo, il tuo Viaggio in Toscana è appena cominciato. Riceverai la Toscana Newsletter ogni mese. Iscriviti


Copyright © 2011 4Tourism s.r.l - All rights reserved.
4Tourism s.r.l società unipersonale Via S.Antioco 70 - 56021 Cascina (PI) Codice Fiscale 01618980500 - Partita Iva 01618980500
Numero R.E.A 141307 - Registro Imprese di PISA n. 01618980500 Capitale Soc. € 10.000,00 i. v.