Dante…ad alta quota!


 

“Come quel fiume c’ha proprio cammino

prima dal Monte Viso ‘nver’ levante,

da la sinistra costa d’Apennino,

che si chiama Acquacheta suso…”

(Inferno, XVI, 94-102)

 

 

ho voluto dar inizio a questo nostro viaggio itinerante con delle parole che ho preso in prestito non da uno scrittore qualunque, non da un letterato poco conosciuto, ma da colui che senza troppi fronzoli può essere definito il padre della lingua toscana ed italiana. Forse se avessi cominciato con “Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva oscura ché la diritta via era smarrita…”, avreste sicuramente capito di chi sto parlando senza bisogno di troppe spiegazioni… Forse, avendo letto il titolo e le parole del grande maestro, penserete che il fantasma di Dante adesso si stia divertendo sulle cime innevate dell’Appennino o stia facendo snowboard sulle piste dell’Abetone vestito di tutto punto… In effetti, potrebbe essere una favola originale ed interessante da raccontare ai bambini prima di farli andare a letto, ma no, non è questo ciò a cui stavo pensando :-)

In realtà, il merito di questo apparentemente stravagante viaggio è di un nostro lettore, un aficionado che ogni mese ci segue nelle nostre avventure toscane, trascinato, nonostante la distanza (seppur virtuale) e gli impegni di lavoro, dalla sua passione per la nostra regione. Mi ha scritto dicendomi che la tappa precedente del nostro viaggio lo aveva riportato indietro negli anni, in luoghi conosciuti che hanno segnato alcune fasi della sua vita, e mi ha suggerito di proseguire lungo questa catena montuosa che taglia in due il nostro Bel Paese e che regala, a chi si lascia trasportare dell’emozione di un’esaltazione quasi romantica che la natura ispira, attimi di (quasi) incomprensibile stupore e muta meraviglia. E allora ci facciamo accompagnare dalla nostra guida d’eccellenza, Dante, proprio come lui fece con Virgilio nel suo viaggio attraverso gli Inferi, nel nostro cammin sulle cime dell’Appennino tosco-emiliano per raggiungere quel sito definito ‘letterario’, che proprio Dante ispirò nel tratto della Divina Commedia che ha aperto il nostro viaggio. E’ la cascata dell’Acquacheta, un luogo dove passato e presente si incrociano come i rivoli del corso d’acqua, che dall’alto dei gradini rocciosi precipitano saltellando disordinatamente, per poi riunirsi in un unico flusso di pensieri, ricordi ed emozioni.

Questo posto fa parte dei cosiddetti parchi letterari, luoghi fisici e mentali dove cultura e letteratura permeano il paesaggio e fanno rivivere quelle sensazioni che un tempo hanno ispirato scrittori, artisti, letterati nella realizzazione delle loro opere. Visite guidate, spettacoli ed eventi in genere danno nuova vita non solo al paesaggio, alle tradizioni e alla cultura locale, ma anche all’immaginario collettivo che già aveva visitato questi luoghi sulle ali della fantasia.

Un modo interessante ed originale per valorizzare il territorio ed alimentare quella forma di turismo sostenibile e responsabile a cui tutti dovremmo avvicinarci. La cascata dell’acquacheta è stata inserita nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campiglia, di cui fa parte anche il celebre Monte Falterona, come dice il nome stesso… Celebre, direte voi? Si dice che proprio qui abbia origine l’Arno, il più grande e importante corso d’acqua della Toscana… O meglio, non SI dice soltanto: è di nuovo Dante a parlare del Capo d’Arno per bocca della sua Divina Commedia.

E proprio qui, a più di 1300 metri di altezza, le sue parole riecheggiano ancora, incise a perenne memoria su una lapide di pietra. Con i suoi versi concludo la terza tappa di quest’anno appena cominciato affidando alle montagne l’arduo compito di proteggere lo spirito di Dante… uscire indenne dagli Inferi non significa saper sciare!

 

“…Ed io: per mezza Toscana si spazia

un fiumicel che nasce in Falterona

e cento miglia di corso nol sazia…”

(Purgatorio, Canto XIV, linee 16–21)


 


Chiavi: , , , , ,

Commenti (0) | March 29, 2011

Lascia un commento



Cerca
Agriturismo
in Toscana:

Regione

Provincia
Persone


  

  

Bookmarks

Cerca
Hotel
in Toscana:

Regione


Provincia

Dal 1997 ... La Toscana Newsletter

Toscana Newsletter: Pillole di Toscana via email. Lascia il tuo indirizzo email e metteti comodo, il tuo Viaggio in Toscana è appena cominciato. Riceverai la Toscana Newsletter ogni mese. Iscriviti


Copyright © 2011 4Tourism s.r.l - All rights reserved.
4Tourism s.r.l società unipersonale Via S.Antioco 70 - 56021 Cascina (PI) Codice Fiscale 01618980500 - Partita Iva 01618980500
Numero R.E.A 141307 - Registro Imprese di PISA n. 01618980500 Capitale Soc. € 10.000,00 i. v.